Partito Socialista Europeo PSE - Attivisti in Europa - PES@ctivists - per contatto: socialisti@alice.it

Attivisti del Partito Socialista Europeo

Attivisti del Partito Socialista Europeo

sabato 15 dicembre 2007

Newsletter del 14 dicembre 2007


NEWSLETTER DEL 14 DICEMBRE 2007

Nasce il Partito socialista

 

Boselli: obiettivo della campagna di adesioni, 100mila iscritti

In vista del congresso fondativo del Partito socialista, e' partita la campagna di adesioni. Obiettivo, 100mila iscritti entro la fine di gennaio. Enrico Boselli, leader dello Sdi e promotore della costituente insieme agli altri spezzoni della diaspora socialista, parla con l'Adnkronos della grande mobilitazione che ha già raggiunto le 300 assemblee territoriali, con la partecipazione di circa 100mila persone, e delle aspettative in previsione del congresso di febbraio. "La parola d'ordine e': europeo, riformista e laico, ecco il Partito socialista –continua- La campagna di adesioni partita il primo dicembre avviene in modo diretto, personale: ci si iscrive al partito attraverso il versamento di un conto corrente o sul sito internet, con la carta di credito. Ad ogni aderente manderemo la tessera a casa", spiega Boselli sottolineando il principio che vuole "una tessera per ogni iscritto".

"A metà gennaio poi –ha annunciato- partirà la seconda fase, con una campagna pubblicitaria sui maggiori quotidiani e sui più importanti portali internet per rivolgerci al grande pubblico".. Il Ps guarda al futuro, ma resta ben ancorato alle idee e ai valori tradizionali. Boselli non cede un millimetro alla tentazione del partito liquido: 'E' una delle tante anomalie italiane. In tutta Europa, chi fa politica lo fa attraverso i partiti e questi, per quanto pieni di acciacchi, sono considerati lo strumento per partecipare alla politica. Solo in Italia -insiste- ci sono partiti che non devono avere nessuna radice nel passato, nelle grandi idee. Devono essere nuovi... Per rispondere alla crisi dell'antipolitica, in Italia si formano partiti a metà tra Putin e Chavez, in cui si partecipa solo, se si e' fortunati, alla scelta del leader... Noi invece vogliamo un Partito socialista democratico, libero, aperto, che celebra i congressi, che elegge i dirigenti, li rinnova.

I socialisti si pongono come baluardo a difesa della laicità: Il Ps fa parte dell'Internazionale socialista e in tutta Europa i socialisti sono innanzitutto laici, che non vuol dire essere contro la religione, ma contro i fondamentalismi. In questi anni, in Italia, la laicità è messa in discussione. Lo stesso Partito democratico nasce da un compromesso anche su questo punto tra popolari, Margherita e Ds. E, come tutti i compromessi -avverte Boselli- e' ambiguo".

 

Finanziaria, fiducia alla Camera

 

Villetti: sicurezza sociale, la nostra piccola pietra miliare

"Con questa Finanziaria si è chiuso un ciclo politico, è bene che tutti se ne rendano conto. Ora tocca a Prodi operare una svolta". Lo ha affermato Roberto Villetti in aula alla Camera (leggi il testo integrale su www.sdionline.it), annunciando il voto favorevole del gruppo alla legge Finanziaria. Villetti ha ricordato l'impegno dei socialisti affinché fosse posto un limite alle remunerazioni dei più alti vertici pubblici che si accompagnasse ai limiti già introdotti al Senato sotto l'impulso del senatore Villone e la battaglia portata avanti con successo "affinché si ponesse una piccola pietra miliare per dare un sistema di sicurezza sociale, legato a percorsi formativi, per i collaboratori a progetto e siamo in parte riusciti a realizzare questo obiettivo".

 

Spini: occorre una nuova fase politica e programmatica del governo

Nella dichiarazione di voto della legge finanziaria 2008 Valdo Spini afferma:"Mentre riaffermiamo come Socialisti per la Costituente il nostro voto di fiducia al Governo, non possiamo non denunciare come vi sia stata perlomeno nel dibattito una sottovalutazione del quadro macroeconomico di fondo del nostro Paese. Se infatti il tasso di crescita del PIL per il 2007 era previsto al +1.9%, le previsioni ufficiali del Governo danno un abbassamento del tasso di crescita nel 2008 al +1.5% e che in realtà l'OSCE riduce al +1.3%. Se si pensa che il tasso di crescita medio previsto dall'UEM è pari al 2.2%, ci si rende conto, così come hanno notato prestigiosi economisti, che il divario di crescita tra Italia e eurolandia si aggirerà intorno a un punto percentuale, il che significa di fatto la rinuncia dell'Italia a rientrare nel gruppo di testa delle economie europee, nonché, come effetto, la riduzione delle capacità redistributive a favore dei ceti più deboli. Al di là delle varie opzioni politiche e programmatiche e le relative scelte sociali non può non colpire negativamente che il dibattito sulla finanziaria si sia tutto concentrato sui singoli pezzi del quadro economico ma non abbia investito il quadro economico di fondo. E poi ci si lamenta che il New York Times ci descriva come sostanzialmente rassegnati ad una prospettiva di declino.

Proprio contro questa prospettiva vuole reagire il riformismo dei socialisti. E per questo ci prepariamo all'appuntamento del vertice di Gennaio con la ferma volontà di chiedere una nuova fase politica e programmatica dell'attività di Governo".

 

Rinnovo dei contratti al Senato

 

Angius: sbloccare e detassare aumenti salari

"Visto che dall'inizio degli anni '90 la distribuzione del reddito si è caratterizzata per una progressiva riduzione della quota dei redditi da lavoro. E riscontrato che all'inizio dell'autunno 2007 risultano in vigore solo 40 accordi, che regolano il trattamento economico e normativo di 3,4 milioni di dipendenti. Per contro, risultano scaduti 36 contratti relativi a circa 8,9 milioni di dipendenti e al 74,3% del monte retributivo totale".

Queste le premesse dell'odg presentato dal senatore Gavino Angius che impegna il Governo a defiscalizzare gli aumenti salariali ai lavoratori a tempo determinato e a ridurre il carico fiscale ai lavoratori precari fermo restando la valenza ai fini contributivi.

"In questo modo il Partito socialista – ha dichiarato Angius - dà un serio contributo concreto al problema ormai non rimandabile che riguarda l'impoverimento dei redditi dei lavoratori italiani e della risoluzione delle trattative contrattuali."

 

Sempre scontro su legge elettorale

 

Boselli: vertice inutile, a gennaio si consuma la crisi

"I socialisti non andranno al vertice di maggioranza del 10 gennaio sulla legge elettorale. E da quel momento si consuma una crisi con la coalizione". Lo ha affermato Enrico Boselli in un'intervista all'Adnkronos, insistendo nel giudicare "una perdita di tempo" una riunione convocata dopo la presentazione del testo di riforma in commissione e dice no "al bipartitismo coatto" voluto da Walter Veltroni e Silvio Berlusconi.

Boselli boccia la bozza Bianco: "E' una proposta truffa, siamo davanti al tentativo di liquidare il voto di sette milioni di elettori". Boselli non prevede, come invece ha fatto Clemente Mastella, un altro incontro con il segretario del Pd: "Non ho in programma di vedere Veltroni.

Noi –ha spiegato Boselli- non abbiamo paura degli sbarramenti, dobbiamo avere la forza e il coraggio di affrontare la sfida. Non mi sento un nano, il socialismo in Italia non e' affetto da nanismo", avverte Boselli che non nasconde lo scetticismo in vista del vertice delle forze di centrosinistra sulla legge elettorale. "La riunione di maggioranza la considero tempo perso perchè si svolge dopo che in commissione c'e' già un testo base. E' una presa in giro: non parteciperemo al vertice di maggioranza e segneremo una crisi del nostro rapporto con la coalizione. Siamo leali, non abbiamo fatto mai ricatti, ma certo in quel momento si consuma una crisi. E non saremo certo i soli", avverte Boselli.

"La strategia di Veltroni e Berlusconi mi sembra chiara: fare una legge elettorale per premiare i due partiti maggiori, per arrivare a un bipartitismo coatto, ma e' una bugia sostenere che la crisi nasca dalla frammentazione". Secondo Boselli, infatti, le difficoltà del governo nascono in primo luogo dall'esito delle elezioni e dall'ostinazione della maggioranza a non cercare un accordo tra i poli subito dopo il voto. E poi, non e' dai partiti minori che sono arrivati i problemi per Romano Prodi, quanto da sanatori eletti con Rifondazione comunista e con la Margherita.

 

Angius: saggio rinviare voto riforma. Serve prima vertice di maggioranza

"Sarebbe saggio - afferma Gavino Angius - rinviare a dopo le festività l'adozione del testo base di riforma della legge elettorale. In un clima già abbastanza congestionato da forti polemiche e tensioni nel Senato della Repubblica, anche all'interno della maggioranza e con l'Assemblea di Palazzo Madama che dovrà affrontare ben quattro voti di fiducia, sarebbe saggio non forzare la mano su una proposta di riforma elettorale che divide sia il centro sinistra sia il centro destra.

Si può benissimo, senza perdere tempo, subito dopo l'epifania riprendere un confronto che a nostro giudizio deve iniziare innanzitutto, cioè prima di tornare in Commissione Affari Costituzionali, da una riunione della maggioranza".

 

Mancini: per governabilità bene il sindaco d'Italia

"Se Veltroni e Berlusconi fossero mossi dalla giusta ambizione di garantire al Paese un governo stabile, dovrebbero proporre il sistema sperimentato da anni e apprezzato dagli italiani per l'elezione dei sindaci e dei presidenti delle regioni che consente insieme governabilità e rappresentanza a tutte le forze politiche". Così Giacomo Mancini che aggiunge: "E, però il loro vero obbiettivo è quello di cancellare in un colpo solo tutti coloro che non vogliono entrare nel Pd e nel PdL e per questo – ha concluso il deputato socialista- continuano l'inciucio tra loro perseverando nella proposta di un sistema elettorale che assomiglia in tutto e per tutto ad una truffa".

 

Craxi: il bipolarismo Pd – Pdl può indebolire la nostra democrazia

Parlando a Napoli durante una manifestazione della Costituente socialista, Vittorio Craxi ha dichiarato: "Un sistema bipolare fondato su un partito-azienda e su un'azienda-partito può portare l'Italia direttamente nel novero delle democrazie fragili e a rischio. C'è un misto di improvvisazione e di irresponsabilità in questo progetto di riforma elettorale: prima lo si capisce e meglio è.

I partiti piccoli saranno anche 'nani', come dicono alcuni, ma certi leader non sono proprio dei 'giganti' quando scambiano il loro interesse particolare per quello generale del Paese".

In merito alla questione della ricostruzione di un unico soggetto autenticamente socialista e riformista in Italia, Craxi ha poi affermato che "il partito socialista non è un partito 'inventato', occasionale, che ha costruito all'interno del centro-sinistra una propria posizione di rendita capricciosa: siamo stati, nella lealtà, un partito essenziale per la coalizione, una lealtà che non può essere scambiata per acquiescenza dinanzi ai propositi scellerati di cancellare la nostra posizione politica".

 

Intercettazioni, magistratura indaga su Berlusconi

Buemi: non accettiamo santificazioni e criminalizzazioni di comodo

"Siamo stati garantisti quando nella precedente legislatura il partito di Veltroni e quello di Bertinotti sparavano a zero contro il responsabile massimo di ogni nefandezza: Silvio Berlusconi, allora capo del governo. Siamo garantisti oggi quando il Silvio nazionale è diventato buono, anche se pensiamo che la magistratura deve essere lasciata libera da pressioni pro e contro". Lo ha affermato Enrico Buemi. . "Questo di certo non vuol dire che non condividiamo e non accettiamo il nuovo clima politico e il dialogo finalmente aperto tra le forze maggiori dei due schieramenti. Ciò che non accettiamo sono le santificazioni e le criminalizzazioni di comodo. Non accettiamo – ha concluso il deputato del Partito socialista - che siano solo alcuni a distribuire patenti di affidabilità ai propri avversari conniventi e di inaffidabilità ai propri alleati insofferenti a disinvolti cambiamenti di opinione con tassi di opportunismo che rasentano lo sconcio".

 

G8, prima sentenza per i fatti di Genova

 

Villetti: il parlamento non può essere un quarto livello di giudizio

"Il corso della giustizia per quanto riguarda la vicenda del G8 – afferma Roberto Villetti del Partito socialista - non si è concluso con le sentenze che sono state pronunciate e che in alcuni casi appaiono troppo pesanti rispetto ai reati commessi. C'è l'appello e ci sono altri processi in corso. Tutta questa vicenda drammatica non chiama però in causa solo le violenze di alcuni manifestanti ma anche il comportamento di alcuni agenti di polizia e di coloro che coordinavano le operazioni, come nei gravissimi episodi della caserma di Bolzaneto e della scuola Diaz.

É fuori luogo chiamare il Parlamento per rimediare a sentenze che si considerano ingiuste Se si vuole una commissione d'inchiesta – conclude il parlamentare socialista - il modo peggiore di presentarla è farlo come se fosse una sorta quarto livello di giudizio che, se si affermasse, stravolgerebbe le regole del nostro stato di diritto".

 

Considerazioni sulle dichiarazioni di Grillo

 

Battilocchio:pericolosi i proclami contro le istituzioni

"Grillo ha evidenziato a modo suo un problema importante, quello della presenza in Italia di un conservatorismo, che ad una società in movimento tenta di rispondere con la logica dei "blocchi sociali" e della tutela ad oltranza di alcune conquiste, la cui difesa immobile rischia di penalizzare altri pezzi di società, in particolare i giovani. Condivido la necessità di sbloccare questo sistema incrostato, anche se non credo che questo possa essere perseguito per legge, ed ho paura che i proclami lanciati in questo modo possano avere l'effetto contrario". Lo ha affermato l'eurodeputato Alessandro Battilocchio.

"In Europa – ha aggiunto Battilocchio - abbiamo esempi importanti, come Spagna e Gran Bretagna, che non hanno semplicemente leader politici giovani, ma sono paesi che hanno voluto investire sull'innovazione nel suo complesso, paesi dove il dare valore ai giovani non nasce da proclami giovanilistici o moti popolari, ma da una necessità, di fatto, di formazione e di esperienza. Oggi in Italia da una parte sono venute meno le 'scuole' classiche dove venivano formate le nuove leve della classe dirigente, e dall'altra la rete ha rivoluzionato tutto: è necessario trovare una via d'uscita, che a mio modo di vedere passa attraverso la meritocrazia, ma bisogna stare attenti ed evitare pericolosi appelli al popolo che hanno la conseguenza di creare masse incontrollabili contro le istituzioni".

 

Costituente Socialista a La Louvière (Belgio)

 

Per un partito riformista, laico e progressista

Questa domenica 9 dicembre, a La Louvière ( Belgio), si è riunito il Comitato promotore della Costituente Socialista della zona del Centro. (Patricia Tamburo, Maria Spano, Michele Divita, Teresa Rotolo, Giorgio Facco, Maria-Paola Catalano, Luccio Pisano, Silvio Polisini, Domenico Buonopane).

Il comitato, al termine della riunione, ha rilasciato la dichiarazione d'intenti seguente :

"Preoccupati sia dalla scomparsa dei Democratici di Sinistra che fino ad ora aderivano al Pse,

sia dalla deriva di Sinistra Democratica verso il polo della sinistra radicale e antagonista, sia dal fatto ché l'Italia rischia di diventare l'unico Paese europeo privo di un forte partito della sinistra laica e riformista collegato ai partiti del socialismo europeo. Pensiamo sia indispensabile lavorare per costruire anche in Italia, come in Belgio e in tutta Europa, un partito che si colleghi al Partito del Socialismo Europeo (Pse) e all'Internazionale Socialista; un partito che aspiri a diventare il riferimento riformista, laico e progressista della sinistra italiana.

Abbiamo così deciso, -hanno concluso- come componente ex-Ds di La Louvière, aperta alle varie anime della cultura socialista, di partecipare alla Costituente Socialista, e di dare vita fra breve al nuovo soggetto politico del socialismo italiano che sarà presente anche in Belgio".

 

I socialisti nel territorio

 

Milano. Vertemati: la Moratti inciamperà nella Lega Nord

"La Signora Brichetto Moratti nonché Letizia (solo di nome), subendo il ricatto della Lega Nord, che come solito dai cittadini prende sempre il peggio quello che sta nelle viscere, ha comunicato che parteciperà al corteo promosso dalla lega". Ha affermato Vertemati.

"Altro che far cadere Prodi, la sindaca deve stare attenta a non inciampare nella trappola che la Lega Nord gli ha teso per mero interesse elettorale. Altro che voglia di sicurezza. Solo demagogia. I leghisti devono alimentare in ogni forma lo scontro per tenere al guinzaglio la propria gente. Infatti, dopo 15 anni di governo di Milano , per i cittadini il nulla o altre tasse da pagare come il ticket, invece per gli interessi forti tanta speculazione edilizia senza neanche una casa per giovani e anziani.. La sindaca Letizia - ha concluso Vertemati- si dia malata ,farà un servizio a Milano che si merita di più da chi la amministra".

 

Trieste. Socialisti a fianco di chi punta al rilancio socio economico della città

"Esame della situazione politica, tesseramento , oltre ai tradizionali auguri per le prossime festività sono stati i temi trattati dai socialisti triestini riuniti unitariamente alla presenza di Gianfranco Orel , segretario dello Sdi e di Alessandro Perelli,segretario del Partito Socialista. - Si legge in un comunicato. - L'incontro è avvenuto dopo la conferenza stampa di presentazione della Costituente socialista che, dopo il congresso previsto per l'inizio del prossimo anno, darà origine al nuovo partito che riunirà tutte le componenti socialiste e coloro che si riconoscono in un riformismo laico e liberale e non hanno aderito al Partito Democratico. I socialisti triestini caratterizzeranno le loro iniziative sulla necessità che il capoluogo regionale, anche nel suo naturale ruolo di centro di un'area metropolitana, diventi una città moderna pienamente inserita nel contesto europeo uscendo dall'insufficiente azione amministrativa portata avanti dall'attuale giunta comunale. Rimangono irrisolti a Trieste numerosi problemi sociali e economici che gravano su vaste fasce di popolazione. Si enumerano continuamente nuovi progetti e iniziative ma la realtà è che i triestini sono sempre più poveri e non si vedono realistiche possibilità di invertire la tendenza. Anche per questo motivo è necessario promuovere una solidarietà efficace nei confronti delle persone in stato di bisogno e dei giovani in cerca di occupazione. Trieste deve ribadire la sua natura di città laica e per questo motivo vanno ricercati in sede amministrativa tutti quei provvedimenti , come l'anagrafe civile delle famiglie di fatto, che tutelino la libertà e i diritti di tutti i cittadini. I socialisti si presenteranno unitariamente alle prossime elezioni regionali e saranno al fianco di chi intraprenderà la strada della modernizzazione , dell'innovazione e della rilancio socio economico di Trieste".

 

Vicenza. Contro la nuova base americana

"Noi continuiamo ad essere contrari alla costruzione di questo avamposto americano concesso per una durata di 50 anni e sfileremo, spero in molti, con tutti quelli che sono contrari alle guerre in corso o preventive". Lo sostiene Giuseppe Mattiello, membro del direttivo provinciale di Vicenza dello Sdi. "Posso capire che Prodi abbia ereditato da Berlusconi questa patata bollente, ma ritengo che qualche pregiudiziale l'avrebbe potuta porre. Per esempio concedere l'uso del suolo demaniale del Dal Molin per il solo tempo strettamente necessario a risolvere le crisi mediorientali contingenti e riguardanti l'Afganistan, l'Iraq, l'Iran, che ci auguriamo, comunque, arrivino ad una soluzione positiva più con la diplomazia che con le armi".

 

Firenze. "Far sentire la nostra voce, a costo di uscire dal governo"

"Abbiamo il dovere di essere "dirompenti", di cominciare a sgomitare per conquistare quello spazio dell'opinione pubblica e dell'elettorato che non può non appartenere alla sinistra socialista e riformista".

È con questa dichiarazione di intenti che i socialisti toscani si apprestano ad affrontare gli "Stati generali della Costituente socialista", un'assemblea in programma per il prossimo lunedì 17 dicembre a Firenze (presso il circolo SMS di Rifredi, ore 17,30) che vedrà la partecipazione congiunta degli organi direttivi dei partiti e dei movimenti che hanno aderito al progetto politico che porterà alla nascita, a febbraio, del Partito socialista.

"Non basta dire di essere socialisti e di essere l'unica forza politica italiana rappresentata nel Pse: per abbattere il muro della disinformazione si devono dire e fare cose che, per la loro validità e per la loro forza, non possono essere ignorate – ha detto il portavoce regionale della Costituente socialista Pieraldo Ciucchi -. Per questo – ha proseguito - i socialisti toscani hanno predisposto un documento in cui si sostiene la necessità di una azione più energica ed efficace nella linea politica nazionale, ponendo alcune questioni in seno alla maggioranza della quale facciamo parte ma sulle cui dinamiche fino ad oggi non siamo riusciti ad incidere.

"Questioni – ha concluso Ciucchi - come la laicità, la sicurezza, le risposte al precariato, la valorizzazione del merito, l'aumento dei salari, le liberalizzazioni, sulle quali dobbiamo assumere un atteggiamento risoluto e che, qualora non fossero prese in considerazione, dovrebbero costituire il motivo di un nostro disimpegno dalle responsabilità di Governo".

 

Cagliari. Caligaris: al centro del dibattito socialista la questione lavoro

Le problematiche connesse all'occupazione, al lavoro precario, all'emergenza sociale e ai diritti civili in Sardegna saranno il tema dominante di "Socialismo: il futuro che non tramonta" L'appuntamento in programma domani pomeriggio a partire dalle 16.30 nella sala conferenze dell'Hotel Mediterraneo di Cagliari. Promosso dalla consigliera regionale Maria Grazia Caligaris, nell'ambito delle iniziative per favorire la nascita del partito socialista "oltre la diaspora" nel corso della manifestazione sarà illustrata la proposta di legge per il reintegro al lavoro degli ultracinquantenni sprovvisti di ammortizzatori sociali.

"Le iniziative per la nascita di un Partito Socialista italiano che superi le divisioni tra le sigle e apra alle componenti laiche e autenticamente riformiste acquistano in Sardegna - ha sottolineato Caligaris - una particolare valenza socio-economica per la crisi nei settori produttivi. Ecco perché abbiamo pensato, in questa prima manifestazione, di porre al centro la questione del lavoro e dei diritti. Sarà anche l'occasione per discutere del ruolo di un partito che resta l'unico referente europeo del socialismo per i valori e gli ideali. Il nostro impegno più significativo - ha concluso la consigliera che coordinerà i lavori - è quello di promuovere riforme che anche nei momenti difficili del cambiamento in atto diano garanzia di equità e stabilità economica e sociale evitando crisi di rigetto e pericolosi momenti di vuoto legislativo".

 

Catania. Costituito il Comitato promotore del Partito socialista.

Si è costituito a Catania il Comitato promotore del Partito Socialista: Renzo Bissoli (coordinatore), On. Maurizio Ballistreri, On. Nino Oddo, Luigi Attanasio (Consiglio nazionale Sdi), Maurizio Ciampi (segretario provinciale NPsi), Antonio Leanza (segretario provinciale Si), Fortunato Parisi (Segretario regionale UilMedici, Presidente del Consiglio Comunale di Caltagirone).

La Costituente del Partito Socialista ripropone d'attualità la prospettiva di creare in Italia una forza autenticamente socialdemocratica omologa a quelle europee, con programmi e politiche coerentemente riformiste e con salde radici nella storia del socialismo italiano. La nostra ambizione è quella di costruire una formazione influente nella politica italiana e siciliana perché in grado di raccogliere aspirazioni e interessi della parte più innovativa del nostro Paese. […]

Vogliamo mantenere aperto un confronto, e possibilmente una convergenza, con tutte quelle forze progressiste che individuano nel Partito socialista europeo un fattore di cambiamento e di rinnovamento.

La politica fiscale è il fulcro su cui si fonda il patto implicito tra le istituzioni ed i cittadini; è una componente essenziale della politica economica e non a caso è la prima doglianza dei cittadini, dei quali è pertanto prioritario recuperare la fiducia. Noi riteniamo essenziale dare impulso all'impresa, chiave di uno sviluppo che deve essere sostenibile e che deve tener conto dei vincoli ambientali. […] Nel paese è aperta una grande questione di laicità. Quello che una volta si chiamava "fronte laico" non esiste più. Spesso siamo del tutto isolati nelle nostre battaglie politiche e parlamentari a salvaguardia della priorità degli interessi dello Stato. Siamo per la difesa della legge sull'aborto, per il riconoscimento delle unioni di fatto, per la libertà della ricerca e per la modifica della legge sulla procreazione assistita.

Il Comitato catanese avvia il percorso costituente con l'obiettivo di creare una forza a spiccata vocazione regionale, per condurre nel civico consesso etneo una battaglia per affermare le esigenze di sviluppo civile, sociale e di modernizzazione economica di un territorio mortificato in questi anni da una politica senz'anima. Un territorio che, al contrario, può e deve avere un grande ruolo in una nuova stagione meridionalista, alternativa al vecchio assistenzialismo, nella prospettiva euromediterranea del 2010.

Il Comitato è quindi una struttura aperta al contributo di tutti. Il Partito socialista non è la semplice riunificazione degli attuali partiti socialisti frutto di una decennale e perversa divisione: è un nuovo partito. Riteniamo di lavorare in questa direzione chiedendo il sostegno a quei ceti, del mondo del lavoro, della produzione, della cultura e delle professioni, disponibili ad una seria battaglia di cambiamento, che ponga i cittadini di Catania al centro delle attenzioni della politica".

 

Appuntamenti

 

S.Stino di Livenza(Ve), 15 dicembre, ore 15.30.Barbieri. Costituente Socialista nel Veneto orientale

Sabato 15 dicembre alle ore 15.30 presso Sala Municipio S. Stino di Livenza (Ve) si terrà l'iniziativa dal titolo: La Costituente Socialista nel Veneto Orientale. Idee valori strategie per il nostro impegno. Incontro con il Sen. Roberto Barbieri. Partecipano i rappresentanti delle categorie, amministratori socialisti dei Comuni del Portogruarese-Sandonatese e amministratori della Provincia di Venezia. Presiede Oliviero Pillon.

 

Mirano (Ve), 15 dicembre, ore 9.30. La Costituente Socialista nel miranese

Sabato 15 dicembre, alle ore 9.39 presso sala conferenze di Villa Errera, Mirano (Ve), si terrà l'appuntamento dal nome: La Costituente Socialista nel milanese. Idee, valori e strategie per il territorio. Introduce Sergio Vazzoler . Partecipano Roberto D'Agostino, Nereo Laroni, Luisa Conti , Mario Bonaventura, Maria Gregio, Alessandro Bergo Ignazio Tambè, Maurizio Ebano, Nicoletta Sari. Conclude Sen. Fabio Barbatella.

 

Nichelino(To), 15 dicembre, ore 9.30. Fase costituente del Partito Socialista

Sabato 15 dicembre, alle ore 9.30 presso sezione sdi – Partito Socialista, Via Vittorio Veneto, 6 Nichelino, si terrà l'incontro dibattito della Fase Costitueten del Partito Socialista. Intervengono:

Nello Cerutti, Armelio Vitale, Angelo Defino, Raffaele Riontino, On. Enrico Buemi, Luigi Ricca, Giovanni Caracciolo, Gian Luigi Bonino, Tullio Monti.

 

San Giovanni Valdarno (Ar), 15 dicembre, ore 20. Cena dei Socialisti Sangiovannesi

Sabato 15 dicembre alle ore 20 organizzato dal Centro Fratelli Rosselli presso i locali siti in San Giovanni Valdarno (Ar) Via Borsi n. 38 si terrà l'annuale cena conviviale dei SocialistiSangiovannesi a base di specialità toscane ed in particolare dello Stufato alla Sangiovannese.A tutti gli intervenuti a ricordo della serata verrà offerta una pubblicazione sulla figura di Giuseppe Garibaldi.

 

Teramo, 15 dicembre, ore 10. Battilocchio, Mancini, Mosca, Craxi. Manifestazione dei socialisti

Sabato 15 dicembre ,alle ore 10 a Teramo si svolgerà una manifestazione di socialisti, aperta a quanti guardano con fiducia e speranza il cammino ripreso, presso la sala convegni dell'Hotel Abruzzi. Interverranno i compagni on. Alessandro Battilocchio, l'on. Giacomo Mancini, l'on.Craxi e Francesco Mosca, segretario dei Giovani Socialisti. L'introduzione ai lavori verrà fatta da Ennio Pirocchi, modererà il dibattito Nicola Di Marco. Nella serata di venerdì 14 dicembre, dopo le ore 21, Alessandro Battilocchio incontrerà una delegazione di giovani socialisti.

 

Roma, 15 dicembre. Assemblea Nazionale dei Comitati Promotori Regionali del PS

Sabato 15 dicembre presso Starhotels Metropole di Roma si terrà l'Assemblea Nazionale dei Comitati Promotori Regionali del Partito Socialista.

 

Taormina (Me) 15 dicembre, ore 10. Manifestazione per la Costituente Socialista

Sabato 15 dicembre, ore 10 Teatro San Giorgio dei Salesiani di Taormina, manifestazione della zona jonica-Alcantara della provincia di Messina "Verso il Partito Socialista" con i segretari provinciali di Sdi e NPsi Mario Franchina e Corrado La Rosa. Conclude l'on. Maurizio Ballistreri.

 

Mogoro (Or), 15 dicembre, ore 18. Dibattito sulla Costituente Socialista

Sabato 15 dicembre, alle ore 18 presso sala "versante est" (ex bar garu) di logoro (Or) si terrà un'incontro dibattito sulla Costituente Socialista. Saranno presenti i componenti del direttivo provinciale dello Sdi-Ps e Fgs di Oristano.

 

Cagliari, 15 dicembre, ore 16.30. Mulas, Casula. Socialismo: il futuro che non tramonta

Sabato 15 dicembre, alle ore 16.30 nella sala conferenze, hotel Mediterraneo, viale Armando Diaz a Cagliari si terrà una manifestazione dal titolo: "Socialismo: il futuro che non tramonta", organizzata dalla consigliera regionale della Sardegna Maria Grazia Caligaris nell'ambito delle iniziative per la Costituente e per promuovere il simbolo del Partito Socialista e il tesseramento nel territorio dell'isola. Animeranno il dibattito sulle ragioni del socialismo: Francesca Ticca, Paolo Atzeri, Vannina Mulas, Emanuela Zanoni. Interverrà il sottosegretario alla Difesa Emidio Casula.

 

Marcogliano (Av), 16 dicembre, ore 18. Costituente Socialista

Domenica 16 dicembre alle ore 18 presso il Circolo "W.Tobagi" di Mercogliano (Av) si terrà l'assemblea sul tema "la Costituente Socialista". Intervento: Rino Maccario. Conclusioni: Luigi Mainolfi.

 

Petralia Sottana (Pa), 16 dicembre, ore 10.30. Manifestazione per la Costituente Socialista

Domenica 16 Dicembre, alle ore 10.30 presso il Cine-Teatro Grifeo di Petralia Sottana (Pa), si svolgerà una manifestazione per la Costituente Socialista, in vista della nascita del nuovo soggetto politico riformista: il Partito Socialista. Parteciperanno ai lavori Maurizio Ballistreri, Nino Oddo, Massimo Abbate, amministratori regionali e territoriali delle Madonie.

 

Follonica (Gr), 16 dicembre, ore 11. Assemblea Generale per la Costituente Socialista

Domenica 16 dicembre alle ore 11 presso l'Hotel Martini in Follonica –Grosseto- si terrà l'Assemblea Generale per la Costituente Socialista. Interviene Riccardo Nencini, Giancarlo Tei. Sarà presente il Segretario Provinciale Sdi Giuseppe Monaci.

 

Pavia, 17 dicembre, ore 21. Barbieri, Biscardini, Foccillo, Perini, Craxi. Manifestazione per il Partito Socialista

Lunedì 17 dicembre, alle ore 21, a Pavia, presso la sala Conferenze Comunale (Corso Garibaldi 69) si terrà una manifestazione provinciale della per la costituzione del Partito Socialista, dal titolo: "Rinnovare la politica guardando ai valori e all'Europa". Interverranno: Roberto Barbieri, Roberto Biscardini, Antonio Foccillo, Roberto Perini. Conclude Vittorio Craxi. Coordinano Daniela Piron, Roberto Portolan.Saranno presenti: rappresentanti delle forze politiche e delle associazioni aderenti alla Costituente socialista e inoltre: Fabio Zucca, Gilberto Guzzi, Giovanni Magni, Roberto Moscheni, Giovanni Malinverni, Virginia Trimarchi, Carlo Pizzi, Danilo Mietta, Severino Dellagiovanna, Alessandra Borlotti, Marco Meloni, Antonio Califano, Sergio Maggi.

 

Pisa, 17 dicembre, ore 11 Presentazione alla stampa del Comitato Provinciale

Lunedì 17 dicembre, alle ore 11 in sala Baleari di Palazzo Gambacorti (sede del Comune di Pisa) i portavoce provinciali, Antonio Veronese e Paola Giglioli, i portavoce comunali, Rolando Vivaldi e Daniela Tarsitano, presentano alla stampa il Comitato Provinciale per il Partito Socialista.

 

Roma, 17 dicembre, ore 16. Manifestazione su unioni civili

Lunedì 17 dicembre, alle ore 16 si terrà una manifestazione per le unioni civili a Roma in Campidoglio. La manifestazione e' a sostegno delle delibere, una di iniziativa popolare proposta dai socialisti romani e dalla fgs e l'altra consiliare proposta dal capogruppo socialista al Comune di Roma Gianluca Quadrana, in materia di unioni civili che quel giorno verranno messe ai voti.

 

Novi Velia(Sa), 17 dicembre, ore 17.30. Parco e turismo:idee a confronto

Lunedì 17 dicembre, alle ore 17,30 presso Sala San Giorgio di Novi Velia (Sa), l'appuntamento dal titolo: "Parco e turismo:idee a confonto". Interverranno: G.Guzzo, C.Leoni, M.Prearo, L.Durazzo, R.Avella, R.Giuliano, M.Di Lello. Modera: D.Liguori.

 

Cecina (Li), 18 dicembre, ore 21. Battilocchio. Manifestazione su sviluppo economico

Martedì 18 dicembre, alle ore 21 presso Auditorium Comunale, Via Verdi, 1 di Cecina (Li) si terrà una manifestazione pubblica: "Unione Europea e Regione Toscana per lo sviluppo economico della Val di Cecina" Coordina: Antonio Costantino, intervengono: Paolo Benesperi, Pieraldo Ciucchi, Alessandro Battilocchio

 

Asti, 17 dicembre, ore 18. Manifestazione socialista

Lunedì 17 dicembre, alle ore 18 presso sala azzurra, Palazzo della provincia di Asti si terrà: "Un partito socialista ad Asti come in Italia ed in Europa? si può!" Presentazione della:Costituente del Partito Socialista. All'iniziativa parteciperanno i compagni:Bonino Gian Luigi, Borgoglio Felice, Piazza Gian Paolo.

 

Subiaco(Rm), 17 dicembre. Battilocchio, Schietroma. Costituente Valle dell'Aniene

Lunedì 17 dicembre si terrà a Subiaco (Rm) l'assemblea costituente del Partito Socialista per la Valle dell'Aniene. All'iniziativa, che si svolgerà alle ore 17 presso la sala convegni della Biblioteca Comunale, interverranno l'Assessore alla Provincia di Roma e Presidente della Comunità Montana dell'Aniene, Luciano Romanzi, l'On. Gianfranco Schietroma e l'eurodeputato Alessandro Battilocchio.

 

Pisa, 18 dicembre, ore 17. Battilocchio, Zavettieri. Manifestazione per il Partito Socialista

Martedì 18 Dicembre alle ore 17 presso il Club Turati di Pisa si terrà la manifestazione per il nuovo Partito Socialista con l'On. Alessandro Battilocchio, l'On. Saverio Zavettieri, Giacomino Granchi, Presidente del Club Turati. Partecipano Vincenzo Mastantuono, Alessandro Silvestri, rappresentanti dello Sdi e associazioni aderenti alla costituente.

 

Pescara, 18 dicembre, ore 16. Cuzzi, De Michelis. Manifestazione socialista

Martedì 18 dicembre, alle ore 16 a Pescara presso Sala dei Marmi si terrà l'incontro dal titolo: "La sinistra riformista. I socialisti per l'Abruzzo". Partecipano: Gaetano Cuzzi, Enzo Caporale, Gianni De Michelis.

 

Lamezia Terme, 18 dicembre, ore 18. Riunione Costituente Socialista

Martedì 18 dicembre alle ore 18 si terrà a Lamezia Terme (via XX Settembre, 93) una riunione della Costituente Socialista con Miceli, Moriconi, parteciperanno compagni ed amministratori dello Sdi e dei socialisti di tutto il territorio lametino .Verso la costituente socialista :organizzazione e tesseramento. Saranno prese delle decisioni per la nuova struttura organizzativa.

 

Monterotondo(Rm), 19 dicembre, ore 17. Riunione del Comitato promotore

Mercoledi 19 dicembre alle ore 17 a Monterotondo (Rm) presso la locale sezione Sdi "Matteo Vicinanza"in via Vincenzo Federici 59, si terrà la riunione del comitato promotore della Costituente Socialista. Parteciperanno ai lavori: Giancarlo Licari, Maurizio Munelli e Maurizio Torrioli.Durante la riunione verrà costituito anche il comitato promotore del collegio n. 37checomprende oltre a Monterotondo: Fiano Romano, Montelibretti, Civitella San Paolo, Torrita Tiberina, Filacciano E Nazzano. Si discuterà inoltre sul tema mobilità e trasporti sul territorio.

 

Rovigo, 20 dicembre, ore 21. I giovani e le istituzioni

Mercoledì 20 dicembre, ore 21 presso il museo dei grandi fiumi di Rovigo i giovani socialisti organizzano un incontro sul tema "I giovani e le istituzioni". L'iniziativa è rivolta a creare un clima d'interesse nel mondo giovanile verso le istituzioni, argomento che sembra non raccogliere la passione tra gli under 40 e sembra un campo riservato semmai agli anziani. All'incontro parteciperà il Prof. Francesco Bilotta giovane ricercatore del dipartimento di scienze giuridiche dell'università di Udine.

 

Reggio Calabria, 20 dicembre, ore 16.30. Schegge socialiste nella cultura antica

Giovedi' 20 dicembre alle ore 16,30 presso salone conferenze biblioteca De Nava Reggio Calabria si terrò la conversazione sul tema: "Sosialistikè Askle stin Palèa Kultùra" , Schegge socialiste nella cultura antica. Interverranno: Carmelo Giuseppe Numera, Franco Mosino.

 

Treviso, 21 dicembre, ore 20. Cena della Costituente Socialista

Il comitato promotore di Treviso del costituendo partito socialista, nell'ambito della campagna di adesioni al nuovo partito, organizza una cena della costituente socialista. L'appuntamento è a Treviso venerdì 21 dicembre p.v. dalle ore 20 presso la Sala convegni della Cooperativa Hilal in vicolo Monfenera 14/B (a fianco del mercatino dell'usato).

 

Santa Maria a Monte (Pi), 21 dicembre, ore 16.30. Spini, Nigra, Battilocchio, Ciucchi. Campagna di adesione

Venerdì 21 dicembre. dalle h. 16.30 alle 20, si terrà presso il Teatro comunale di Santa Maria a Monte (Pi) la manifestazione prov.le del Ps sulla campagna di adesione 2008. "Con i socialisti per rinnovare l'Italia". Saranno presenti tra gli altri: Spini, Nigra, Battilocchio, Ciucchi.

 

Roma, 21 dicembre, ore 17. Meriti, bisogni, diritti e doveri

Venerdì 21 dicembre ore 17 presso Centro Congressi Cavour, Via Cavour, 50/a di Roma si terrà una manifestazione: Meriti e Bisogni, Diritti e Doveri - La nuova stagione del socialismo italiano.

Partecipano: Nicola Carnovale, Flavia Di Mario, Lorella Materiale, Lorenzo Pirrotta, Francesco Mosca. Conclusioni di Bobo Craxi e Alessandro Battilocchio.

 

Messina, 21 dicembre, ore 17. Per una forza socialista riformista

Venerdì 21 dicembre, alle ore 17 presso Europa Palace Hotel di Messina si terrà il dibattito dal titolo:"Il ruolo, il progetto, la priorità dei contenuti per una forza socialista riformista a Messina". Interventi programmati: on. M. Ballistreri, G. Chiofalo, A. La Cava, G.Omero,F.Squadrito.Conclusioni dell'on.Gentile.

 

Oristano, 22 Dicembre, alle ore 17. Incontro provinciale per la Fgs

Sabato 22 dicembre alle ore 17 presso la sede dello Sdi in via de Nicola ad Oristano, si terrà il primo incontro nella Provincia di Oristano per la nascita della Federazione dei Giovani Socialisti. E' importante la partecipazione di tutte le persone iscritte e simpatizzanti. 

 

 

 



 


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Qualora abbiate piacere a collaborare con la costituente di Sezze (LT), vi posto l'indirizzo del sito: www.ps-sezze.it

Saremo lieti di pubblicare le Vs idee e discutere con Voi sul forum.

Pensiamo che l'unico modo per uscire da quest'oscuramento mediatico sia la collaborazione in rete.

Buon lavoro.

Lidano

Tony ha detto...

Hotel Abruzzi
info@hotelabruzzi.it
http://www.hotelabruzzirome.com/


Hello,

Thank you for speaking about our Hotel in your post. We would be glad you to welcome you in our hotel anytimes.

Customer Management
Hotel Abruzzi