Partito Socialista Europeo PSE - Attivisti in Europa - PES@ctivists - per contatto: socialisti@alice.it

Attivisti del Partito Socialista Europeo

Attivisti del Partito Socialista Europeo

sabato 1 dicembre 2007

Newsletter del 29 novembre 2007


NEWSLETTER DEL 30 NOVEMBRE 2007

   

Legge elettorale, incontro Veltroni-Berlusconi

 

Boselli: siamo alla commedia degli inganni

 

"È comunque positivo che si sia avviato un dialogo ma mi sembra che ancora siamo alla commedia degli inganni. Veltroni – afferma Enrico Boselli - fa finta di non accorgersi che l'apertura di Berlusconi sulla legge elettorale è strumentale e che non ha affatto rinunciato alla spallata. Non vuole fare le riforme istituzionali che sono indispensabili, come ha ricordato lo stesso Veltroni, e neppure un governo di grande coalizione. Eppure per fare una legge elettorale come quella indicata dal segretario del Partito democratico occorrerebbe un governo sostenuto da tutti coloro che la condividono e che evidentemente non coincide per nulla con quello attuale dove sono in molti a contrastarla. Insomma – conclude Boselli - Berlusconi vuole una cosa sola andare alle elezioni al più presto con la legge che c'è o, al massimo, con quella pessima che potrebbe uscire dal referendum".

 

 

Craxi: no a legge elettorale che strozza minoranze

 

"Non resteremo impassibili di fronte ad un accordo elettorale che 'strozza' le minoranze politiche invitandole ad una resa senza condizioni. Siano i partiti maggiori a convincere gli italiani dopo avere fallito la gestione della lunga transizione italiana". Lo ha affermato Vittorio Craxi parlando a San Benedetto del Tronto.

Craxi ha sottolineato le differenze fra i socialisti e Berlusconi: "Per quale ragione un cittadino italiano, di cultura riformista e di estrazione socialista, nel 2007 dovrebbe sentirsi coinvolto nell'avventura del Partito del popolo? I socialisti possono e debbono parlare al loro mondo disperso senza avere paura della forza di Berlusconi, contrastando la sua pretesa di rappresentarci".

 

Coppie di fatto, incontro tra Veltroni e Bertone

 

Grillini, anche Veltroni si inchina al Vaticano

 

"Trovo abbastanza inquietante che i politici italiani, da ultimi Berlusconi e Veltroni, facciano la fila con il cappello in mano espatriando Oltretevere per ricevere l'imprimatur di Santa romana chiesa alla propria azione politica". Lo ha affermato Franco Grillini, commentando l'esito dell'incontro tra il segretario del Pd e il segretario di Stato vaticano, Tarcisio Bertone. "Trovo assolutamente inaccettabile –ha aggiunto Grillini- che la delibera sul registro delle coppie di fatto, comprese quelle omosessuali, debba essere discussa in Vaticano.

Se, come sembra e come dicono i giornali, Veltroni ha promesso a Bertone che la vicenda finirà in un nulla di fatto, sarà definitivamente dimostrato ciò che sostengo da tempo: l'atto di nascita del Pd e' stato possibile grazie al sacrificio della laicità.

Il Pd quindi, lungi dall'essere la 'grande tenda' all'americana, rischia di diventare una piccola canadese, dove i temi che riguardano i diritti individuali e le libertà civili, che hanno garantito prosperità, benessere, qualità della vita, dignità della persona, sviluppo umano individuale e collettivo nei paesi del Nord Europa, per l'Italia rimarranno un'utopia. E' bene quindi che si arrivi in consiglio comunale a Roma a una rapida discussione della delibera e ad un voto, qualunque esso sia, per chiarire fino in fondo qual'e' la natura delle forze politiche a Roma e in Italia. Abbiate coraggio –ha concluso Grillini- metteteci la faccia".

 

Quadrana: perché ex Ds stanno in silenzio?

 

Sorpresa e delusione dalle parole di Gianluca Quadrana, il presidente della commissione capitolina Nuovi diritti e consigliere del Partito socialista davanti alle notizie di oggi che sembrano allontanare la possibilità che la Capitale si doti di un registro delle coppie di fatto. "Meno autorevolmente di quanto ha fatto il sindaco Veltroni- ha detto Quadrana- voglio rassicurare il cardinal Bertone che nessuno vuole sfrattare il Papa dal Vaticano, al contrario di quanto fanno gli ordini religiosi con i cittadini romani specie meno abbienti. Ne' tantomeno qualcuno vuole disconoscere la centralità della famiglia tradizionale nell'ordine sociale e costituzionale. Con la stessa franchezza però- ha aggiunto Quadrana- non posso non sorprendermi dei modi bruschi e poco ortodossi con cui le gerarchie e la politica, specie la Binetti, hanno ingenerosamente minimizzato il lavoro della giunta Veltroni nel migliorare le condizioni generali di Roma, Capitale repubblicana e cristiana.

Quello però che più mi addolora- ha concluso l'esponente del Partito socialista rivolgendosi ai suoi alleati- e' l'assoluto silenzio degli ex Ds, oramai preda da una parte dei professionisti post-democristiani e dall'altro del governiamo senza valori e coraggio. Se ci siete battete un colpo".

 

Welfare, dopo la fiducia guardare avanti

 

Baratella: il nostro sì per lealtà ma ora più considerazione

 

L' On. Fabio Baratella ha annunciato il voto favorevole sul provvedimento sul welfare, sottolineando le difficoltà con cui questo atto è avvenuto.

Si legge nell'intervento di Barbatella sul voto di fiducia: "Facciamo, infatti, fatica a capire come sia conciliabile la necessità di dar vita ad una riforma importante, votata e sostenuta dalla stragrande maggioranza dei lavoratori (il Protocollo è stato sottoscritto anche dalle parti sociali), con l'esigenza avvertita di apportare al testo del provvedimento dei correttivi migliorativi che avrebbero potuto mettere in sintonia il Governo con il Paese.

Tra le proposte dei socialisti abbiamo scelto, in particolare, di sostenere il reddito dei giovani tra un contratto e l'altro, consentendo, quindi, loro di avere dignità e risorse che rendano possibile vivere e credere nel futuro. I socialisti non intendono rinunciare a questa battaglia e riteniamo, infatti, doveroso riprendere il tema in altre occasioni e momenti della vita politica e parlamentare. Anche per tale motivo crediamo che, per rimettere in pista il Paese dopo cinque anni di Governo del centrodestra, serva certamente tempo, ma anche autorevolezza.

Per questo è opportuno e necessario, superata questa fase, -ha continuato Barbatella- riordinare le idee e dar vita ad un nuovo Esecutivo più snello e capace di interpretare i bisogni reali dei cittadini ed affrontare adeguatamente il tema della crescita.

Daremo il nostro contributo con lealtà e determinazione. Non ci piace il giochino del 'risiko', per alzare continuamente la posta del gioco o per prefigurare altre maggioranze. Riteniamo di avere un vincolo di fedeltà non tanto verso i partiti che ci hanno consentito l'elezione e che in gran parte non esistono più, ma verso gli elettori che in noi hanno riposto le loro speranze e a noi hanno dato fiducia: verso gli elettori sì.

Ci rendiamo partecipi e disponibili, anche con questo voto, ma pretendiamo più attenzione e considerazione non per un problema - come si dice in politica - di visibilità, che pure esiste, ma per le ragioni che sosteniamo, per fare modo che il patto di legislatura sia vero, lungo, leale e solidale fra tutti. Si tratta di buone ragioni che i socialisti mettono in campo; sino ad oggi non siamo stati ascoltati, ma è tempo che, anche da questa parte, si volga lo sguardo.

La sinistra siamo anche noi, forse a maggior titolo di altri soggetti politici. Per essere chiari –ha concluso Barbatella- vogliamo stare in Europa, vogliamo stare nel Pse con le sue politiche, senza 'se' e senza 'ma' ".

 

Giornata Mondiale per la lotta all'Aids

 

Spini: in alcune regioni non garantita la anonimità dei test. Prevenzione fondamentale

 

In occasione della presentazione del romanzo "Questo è il mio corpo" della scrittrice sud-africana Sindiwe Magona, che si è svolta oggi (allo Spazio Qcr di Firenze), l'On. Spini, anche Ambasciatore del Partito del Socialismo Europeo per la lotta contro l'Aids, ha ricordato i dati forniti dall'Unaids (Joint United Nations Programme on HIV and AIDS, ovvero l'Istituto dell'organizzazione mondiale della Sanità predisposto a combattere l'Aids). Si calcola che siano oggi 33milioni e 200 mila le persone affette dal virus, 2 milioni e 500 mila quelle che hanno appena contratto il virus e 2 milioni e 100 mila i malati deceduti.

Spini ha constatato con soddisfazione come quest'anno si possa finalmente dire che i debiti pregressi dell'Italia verso il Fondo Globale per la lotta all'Aids, la malaria e la tubercolosi siano stati onorati e di questo ha inteso ringraziare il Governo Prodi. L'occasione della giornata mondiale per la lotta contro l'Aids è propizia - ha detto Spini - per ricordare l'impegno preso dallo stesso Presidente del Consiglio Romano Prodi all'ultimo vertice G8 svoltosi in Germania affinché l'Italia stanzi 320 milioni di euro l'anno per il prossimo decennio. Nel contempo va onorato anche l'impegno dell'Onu per elaborare un piano dettagliato di accesso universale delle cure contro l'Aids entro il 2010.

Spini ha poi rilanciato la denuncia sollevata ieri alla Camera dall'On. Franco Grillini secondo cui in alcune regioni italiane il test anti-Aids non sarebbe gratuito ed anonimo. La non anonimità del test rischia di diminuire il ricorso ai test medesimi e quindi di abbassare il livello di prevenzione. E' evidente infatti che in una materia di questo genere la prevenzione è un elemento fondamentale.

Spini ha altresì ricordato che il Partito del Socialismo Europeo ha inteso lanciare una campagna caratterizzata dallo slogan 'tagliamo l'Aids, tagliamo l'Iva sul preservativo' in occasione della quale saranno distribuiti gratuitamente, a cura del Pse, dei profilattici per sensibilizzare l'opinione pubblica.

 

Grillini: governo garantirà accessibilità, gratuità e anonimato dei test

 

"Il governo si impegnerà perchè la legge sia applicata con vigore su tutto il territorio garantendo le condizioni della massima accessibilità, gratuità e anonimato dei test per l'aids e ha preso impegni anche per favorire una visione non negativa della condizione dei sieropositivi sui quali grava un ingiusto stigma sociale". Lo ha affermato Franco Grillini, illustrando la risposta dell'esecutivo ad una sua interrogazione urgente nella quale, insieme ai colleghi della Costituente socialista Valdo Spini e Fabio Baratella, ha chiesto al ministro della Salute di intervenire per superare la disparità tra regione e regione nell'accesso al test diagnostico per il virus hiv

 

Liberalizzazioni, taxi di Roma ultimo fallimento

 

Piazza: annunci, proclami, pochissimi fatti

 

"Il disastroso bilancio del Governo sulle liberalizzazioni si arricchisce di un nuovo triste capitolo: la maggioranza ha rinunciato ieri ad inserire nella Finanziaria la riforma dei Servizi Pubblici Locali". È quanto sostiene Angelo Piazza.

"Il progetto, proposto dal ministro Lanzillotta – ha detto ancora Piazza - costituirebbe una eccellente prova della volontà di aprire i mercati, sino ad ora in mano ai monopoli, ma il terrore dell'ultimo voto al Senato sulla Finanziaria e il peso della sinistra estrema, ancora una volta hanno avuto la meglio. Le lenzuolate del ministro Bersani sono ormai tutte piene di buchi. Anzi lo stesso ministro ha un vero record: è l'autore di una delle poche liberalizzazioni al mondo che abbia portato ad un immediato aumento delle tariffe: quella dei taxi. Al tutto si aggiunge il passo indietro del Governo sul trasporto pubblico locale. Annunci, proclami e pochissimi fatti: davvero una delusione – ha concluso il parlamentare socialista - per un Governo che doveva essere riformista e innovatore".

 

Il sindaco Moratti nei guai per le consulenze esterne

 

Craxi: l'orologeria del Palazzo di Giustizia è tornata in funzione

 

"Spiace che l'orologeria del rinomato Palazzo di Giustizia di Milano sia rientrata in funzione contro il primo cittadino proprio in un periodo cruciale per la città, che festeggia, questa settimana, il Santo patrono e attende, con fiduciosa speranza, agli inizi del prossimo anno, di ospitare il più grande evento che il nostro Paese abbia mai avuto negli ultimi cento anni".

"Io, comunque, mantengo la certezza che, come accaduto altre volte, la questione si risolverà in una solenne sconfessione delle accuse che vengono mosse al Sindaco Moratti, a cui rinnovo la mia personale stima nella convinzione che il lavoro amministrativo e il prestigio crescente della nostra città non verrà offuscato da queste iniziative giudiziarie".

Così Vittorio Craxi, Sottosegretario di Stato agli Affari esteri.

 

Biscardini: non poteva che finire così

 

"Non siamo giustizialisti, ma non poteva che finire così. Era evidente che il criterio adottato dal sindaco Moratti per l'assunzione di un numero esorbitante di dirigenti esterni finisse al vaglio della magistratura per una verifica di legittimità e al vaglio della Corte dei Conti per verificare l'entità dello sperpero di risorse." Lo ha dichiarato Roberto Biscardini .

"Quello che è certo,-ha aggiunto- al di là delle indagini giudiziarie, è che la macchina comunale dopo queste assunzioni non ha funzionato meglio di prima e in alcuni settori si è addirittura inceppata. Ciò vuol dire che in molti casi sono stati sostituiti dirigenti capaci che costavano poco all'amministrazione pubblica con dirigenti dalla qualifica incerta che costano molto.

Questo è il nostro giudizio politico e –ha concluso Biscardini- la accusa che abbiamo sempre mosso alla riorganizzazione aziendalistica del sindaco Moratti."

 

Critiche alle riflessioni di Gasparri

 

Craxi: fuori luogo e di pessimo gusto

 

"L'onorevole Gasparri, forse memore del 'motto': "Tanti nemici, tanto onore", si compiace che il Presidente del Consiglio, Romano Prodi, non sia nel mirino di Bin Laden e di Al Qaeda e sospetta una posizione italiana spregiudicata nei confronti del terrorismo a sfondo islamico".

E' quanto affermato da Vittorio Craxi, che aggiunge: "nella settimana in cui abbiamo reso onore ad un nostro militare caduto in Afghanistan, queste originali riflessioni di politica internazionale sono decisamente fuori luogo e anche di pessimo gusto".

 

Uiltrasporti, ricostituita la componente socialista

 

Subito al centro dell'iniziativa politica il tema del lavoro

 

Alla presenza del Segretario Confederale Antonio Foccillo, si è svolta il 28 novembre la Costituente Socialista della UILiltrasporti cui hanno partecipato numerosi quadri regionali in rappresentanza di tutti i settori dei trasporti.

Dal dibattito è emersa la volontà dei socialisti militanti nella UILTrasporti di ricostituire una loro presenza organizzata affinché, in sintonia con i compagni delle altre categorie UIL, si riporti al centro della iniziativa politica del Partito Socialista il tema del lavoro, in tutte le sue connotazioni possibili, dalla flessibilità alle tutele, collegandolo strettamente con la crescita e lo sviluppo.

Al termine della riunione è stato costituito un Comitato di Coordinamento della componente composto da Dario Del Grosso, Segretario Nazionale dei Ferrovieri; Antonio Ascenzi; Roberto Monticelli; Salvatore Ottonelli e Marco Livio Pecorari. 

 

I socialisti nel territorio

 

Milano. Convegno Expo, Biscardini: fino ad ora le idee non sono chiare

 

"Speriamo nell'aggiudicazione, anche se il progetto Expo è tutto da definire e la sua logica di fondo và totalmente cambiata."

Lo ha dichiarato Roberto Biscardini del Partito Socialista intervenendo oggi ad un convegno sull' Expo organizzato in Regione Lombardia da Sinistra Democratica.

"Finora Milano non è uscita dalla logica da una Expo pensata, organizzata e confezionata da pochi padroni. L'alternativa che noi vogliamo è l'Expo dei cittadini rappresentati da una classe politica che ha un'idea chiara degli interessi generali e dello sviluppo economico dell'intera Regione.

In questo quadro – ha aggiunto Biscardini – la politica o si ferma all'ambito ristretto degli interessi più o meno immobiliari che si giocano nelle aree intorno a Rho-Pero o si gioca la carta dei grandi interessi regionali dando risposta alla domanda diffusa per il potenziamento del sistema ferroviario e stradale di tutta la Regione. Ma questo presuppone di avere un disegno politico chiaro sullo sviluppo territoriale ce oggi la Regione e il Comune hanno completamente perduto, rincorrendo in malo modo e senza alcuna strategia la realizzazione di interventi disorganici e spesso sbagliati."

 

Palermo. Oddo presenta un disegno di legge per casinò a Erice

 

"Incrementare il turismo di qualità, creare posti di lavoro e un forte indotto economico, rimpinguare le casse comunali". Sono alcuni dei vantaggi che deriveranno dall'apertura di un Casinò a Erice, secondo il deputato regionale del partito Socialista, Nino Oddo, che ha depositato oggi un disegno di legge all'Ars finalizzato all'istituzione di una Casa da gioco nello storico Comune del Trapanese.

"Il titolo quinto della Costituzione, dopo le ultime modifiche, dà nuove possibilità concrete di intervenire con una norma in Sicilia – ha spiegato il deputato– mentre gli ultimi pronunciamenti della stessa Corte Costituzionale in materia di pubblica sicurezza rimuovono i problemi che in precedenza impedivano all'Ars di legiferare in materia.

Insomma, l'Ars può finalmente fare una legge per l'istituzione di Casino sul territorio regionale "una istituzione – ha rimarcato Oddo – che sarebbe anche un atto di giustizia per l'Isola, vista l'esistenza di quattro case da gioco, tre su territorio nazionale e una nell'enclave di Campione, tant'è che la giurisprudenza costituzionale ha richiamato la necessità di una disciplina organica e razionalizzatrice".

Ognuna delle quattro case da gioco è stata aperta in deroga agli articoli 718 e seguenti del Codice penale, grazie a decreti specificanti la concessione di gestione ai municipi purché senza aggravio per il Bilancio dello Stato. Quella di Saint Vincent, poi, fornisce la gran parte delle entrate all'intera regione Val D'Aosta.

"A prescindere dai posti di lavoro legati direttamente alla funzionalità del Casinò – ha aggiunto Oddo – l'apertura della Casa sarebbe di gran giovamento all'economia dell'intero areale. Ne trarrebbero forti vantaggi gli esercizi commerciali di Erice vetta, la quale in inverno oggi non conta più di duecento residenti, ma anche quelli di tutta la zona, a cominciare dagli alberghi e dagli impianti per la ristorazione accanto ai servizi trasporti, prima fra tutti la Funivia che collega il centro storico ericino alla valle. In pratica, un gran flusso di soldi del quale ogni cittadino del comprensorio finirebbe per godere".

Il deputato socialista lascia poi al Municipio di Erice il compito di individuare il sito migliore ove ospitare il Casinò, suggerendo uno "dei tanti palazzi storici della Vetta, in buone condizioni e da anni non utilizzati".

 

Napoli. Oliviero: sostegno alle aziende del litorale Domitio e dell'Agro Aversano

 

Gennaro Oliviero è intervenuto a margine dell'audizione svoltasi nella giornata del 27 novembre, all'interno della Commissione Ambiente, sulle iniziative a favore delle aziende del litorale domitio e dell'agro aversano interessate alle procedure di caratterizzazione.

"Abbiamo dato vita alla creazione di un tavolo tecnico di lavoro, con l'Assessore regionale all'Ambiente, la Provincia di Caserta e, di concerto, con i rappresentanti di Confindustria, perché solo con l'introduzione di misure concrete da prevedere nella finanziaria regionale o con una deliberazione di Giunta, possiamo salvaguardare le piccole e medie aziende che insistono sui 61 comuni della Provincia di Caserta, sul Litorale Domitio e nell'Agro Aversano – ha affermato Gennaro Oliviero-.

Dall'estate 2003 – ha aggiunto – queste aziende vennero ingiustamente obbligate ad attuare interventi di caratterizzazione i quali sono molto costosi se fatti come dice la legge e come dice il decreto ministeriale.

Il problema non sussiste per una grande azienda, ma penso alle centinaia di aziende che sono piccole e medie le quali vengono costrette a fare un intervento che rischierebbe di creare problemi, mettendo in serio rischio la posizione lavorativa dei dipendenti o addirittura l'esistenza stessa.

Se si impongono tali interventi a un'azienda senza avere la certezza che questa abbia davvero inquinato – ha concluso Gennaro Oliviero –  creiamo una discriminante corresponsabile per coloro che si trovano ad affrontare e subire un obbligo di legge senza averne alcuna colpa. Rimaniamo in attesa e fiduciosi sul tavolo tecnico introdotto".

 

Cagliari. Mala giustizia, Caligaris: caso Scricciolo deve far riflettere

 

"L'esperienza di Luigino Scricciolo, drammatica e altamente simbolico-rappresentativa di un'epoca, è per i socialisti, come me, particolarmente attuale e induce seriamente a riflettere". Lo ha detto la consigliera regionale socialista Maria Grazia Caligaris , intervenendo alla presentazione del volume "20 anni in attesa di giustizia", il 'diario minimo' di Luigino Scricciolo, ex responsabile del Dipartimento Esteri della Uil, arrestato nel 1982 con l'accusa di appartenere alle Brigate Rosse, e dopo 20 anni prosciolto in istruttoria. L'iniziativa è stata organizzata dal Centro Studi sardo della Uil "Bruno Buozzi" presenti l'autore e la segretaria regionale del sindacato Francesca Ticca.

"Non si può non fare riferimento – ha aggiunto Caligaris - a Bettino Craxi i cui confini di politica attiva si intrecciano sul piano internazionale con quelli delineati da Scricciolo. Solidarnosc e Lech Walesa non sono insignificanti in tal senso. Un altro elemento di riflessione non può non riguardare il presente e l'immediato futuro e non già del sindacato o dei partiti ma dei cittadini".

Emerge subito con chiarezza – ha sottolineato l'esponente socialista – il paradosso della storia ce vede al vertice della Repubblica un leader post comunista e ai suoi fianchi due ex sindacalisti e a Capo del Governo un esponente del mondo finanziario. In questa istantanea si nota la cancellazione dei socialisti e quindi si evidenzia l'incapacità di promuovere azioni di governo in un'ottica autenticamente riformista. Non mi fa piacere neppure rilevare che proprio la cancellazione dei socialisti ha prodotto effetti mostruosi come i partiti senza corpo che nascono e muoiono per volontà di uno solo, o i partiti-persona o i partiti-lobbies.

Dal pluralismo delle idee, che genera sviluppo, si è passati – ha evidenziato la segretaria della Commissione Diritti Civili – si è passati al "pensiero unico" mediato attraverso la pratica della demagogia. Oggi se tutto va bene insomma non c'è più la politica ma solo il politico. Si è passati dalla dimensione sociale a quella privata, ristretta a un numero di persone significativo per chi esercita il ruolo, ma non per la società che esprime quel ruolo. La giustizia, in un contesto così, non fa eccezione. E' spesso strumento instabile alla merce di alcuni e può essere più facilmente piegata a volontà individuali. L'apertura e chiusura di inchieste ad hoc lo mostra così com'è evidente che la parola magica 'terrorismo' continua ad essere impiegata quando serve.

Il forte vento di conservazione che spira genera estremismi ecco perché ritengo indispensabili tre cose: un partito socialista fondato alla laicità che guardi ai diritti civili come inalienabili libertà; un sindacato capace di operare nel segno della mediazione verso l'alto e quindi autonomo; un'informazione davvero indipendente. Senza queste componenti – ha concluso Caligaris - episodi drammatici come quelli vissuti da Luigino Scricciolo rischiano di ripetersi e quindi di non avrebbe insegnato nulla".

 

Cagliari. Caligaris: Radio Padania invade etere in Sardegna

 

"Radio Padania con l'attivazione di nuovi impianti di radiodiffusione sonora sta invadendo l'etere in Sardegna creando interferenze alle altre emittenti e turbative nell'assetto delle frequenze". Lo ha sostenuto la consigliera regionale socialista Maria Grazia Caligaris, denunciando un'arbitraria interpretazione della legge nazionale del 28 dicembre 2001 sulla radio-televisione e le telecomunicazioni.

"La legge – ha sottolineato Caligaris – permette solo ed esclusivamente alle radio nazionali comunitarie (Radio Maria e Radio Padania) di occupare, anche se contrariamente a quanto previsto dalle normative che regolamentano il settore radiotelevisivo, nuove frequenze in ogni parte d'Italia per "completare" le loro rispettive reti. Ciò fino all'attuazione del piano nazionale di assegnazione delle frequenze in tecnica analogica e in modo che i nuovi impianti non interferiscano con altri legittimi utilizzatori dello spettro radioelettrico. Trascorsi 90 giorni dall'attivazione dei nuovi impianti, questi diventano a tutti gli effetti "autorizzati".

Oltre a creare grossi problemi per la ricezione alle emittenti locali – ha proseguito la consigliera socialista – Radio Padania sta cedendo le frequenze ad altri soggetti creando precedenti inaccettabili per la definizione del piano nazionale di assegnazione delle frequenze  radiofoniche sul quale la Sardegna, Regione a Statuto Speciale, deve avere un ruolo preciso per garantire il pluralismo e la libertà di espressione ed impedire che le radio locali diventino di fatto inascoltabili senza poter neanche protestare in caso di interferenza. Le cessioni delle frequenze da parte di radio comunitarie ad altri soggetti sono del tutto illegali se vengono cedute a net-work o ad altri soggetti commerciali.

Ritengo che il CO.RE.RAT. e la Giunta regionale debbano intervenire con fermezza nei confronti del Ministero delle Telecomunicazioni per far cessare – ha concluso Caligaris – una così evidente scorretta applicazione della legge e per chiedere la tempestiva attuazione del piano nazionale delle frequenze che dovrà scaturire dal confronto Regioni-Governo tenendo conto delle specialità".

 

Crotone. Rocca: approvare subito legge per l'insegnamento dell'antimafia nelle scuole

 

E' stata firmata da quasi tutti i Consiglieri provinciali la proposta di legge, di iniziativa popolare, che prevede l'insegnamento dell'antimafia nelle scuole. L'iniziativa di aderire alla campagna nazionale per la raccolta delle firme è partita dal Consigliere del Pse, Luigi Rocca, che dopo averne discusso con i propri colleghi ha proposto la sottoscrizione dell'appello, rivolto alle istituzioni, che ha trovato subito molti consensi tra i Consiglieri provinciali di Crotone.

L'articolo 1 della proposta di legge recita: "Le scuole medie e superiori istituiranno, inserendole nelle attività curriculari un'unità didattica sul tema della mafia, con l'obiettivo di insegnare l'antimafia a scuola. Su questo tema una più diffusa e corretta informazione è il punto di partenza anche per l'educazione ai valori della legalità. Nell'unità didattica verrà data priorità alle testimonianze orali e scritte, alle documentazioni ufficiali, alla storia della mafia, all'intreccio tra economia, politica, società e al tema dei rapporti internazionali della mafia".

"Noi sottoscritti, consiglieri provinciali della Provincia di Crotone – ha detto Luigi Rocca - chiediamo al Parlamento Italiano di approvare a breve termine una legge per l'insegnamento dell'antimafia nelle scuole. Rivolgiamo un pressante invito ad adoperarsi per il raggiungimento dei suddetti obiettivi – ha concluso il Consigliere Rocca - al presidente della Repubblica, al presidente della Camera, al presidente del Senato e al Governo tutto, e a tutti quei Parlamentari cui preme, come a noi, contribuire all'effettiva realizzazione della funzione costituzionalmente assegnata all'educazione scolastica, che non è mero travaso di nozioni, ma passaggio cosciente di un testimone della memoria della storia della legalità di questo Paese".

 

Appuntamenti

 

Torino, 1 dicembre. Garesio, Bonino, Barbieri, De Michelis, Borgoglio, Zavettieri, Nigra, Locatelli, Turci. L'agenda riformista contro il declino

Sabato 1 dicembre - Salone Uil, via Bologna,11 Torino: "L'agenda riformista contro il declino

Un programma ed un partito per i laici, liberali, radicali e socialisti".

Sessione del mattino: ore 9,30, presiede: Luigi Ricca, presidente gruppo socialista alla regione Piemonte, relazioni introduttive: Franco D'Alfonso, Beppe Garesio.

Ore10.15: tavola rotonda. Beppe Berta - La questione settentrionale. Tonino Regazzi – Salario e produttività, tra meriti e bisogni. Marcello Pedrazzoli - flexsecurity, in Italia si può? Saro Ferrara, "Giustizia, i costi della inefficienza. Dario Carella – Informazione e politica : dalla tv generalista del dupolio alle nuove frontiere: web,on line, blogs

Ore11,30: dibattito con interventi programmati, presiede Gianluigi Bonino, Presidente gruppo SDI Comune di Torino. Conclusioni della mattinata Roberto Barbieri, Gianni De Michelis.

Sessione del pomeriggio, presiede: Domenico Guarneri. Ore15: relazione introduttiva Andrea Parini "Un modello di partito aperto per il Ps"

Ore15.30: Tavola rotonda, moderatore: Dario Carella, partecipano : Felice Borgoglio, Nicola Cariglia, Dario Veronesi, Enzo Marzo, Mimmo Zavettieri, Alberto Nigra, Silvio Viale.

Ore17: presiede Giorgio Cardetti. Dibattito con interventi programmati (Paolo Caviglia, Valerio Federico, Giacomo Properzj, Paolo Taddia, Tullio Monti, Igor Boni, Diego Castagno, Eugenio Beconcini, Simone Bodio, Sandro Natalini. Interventi finali Carlo Fiordaliso, Pia Locatelli, Lanfranco Turci.

 

Orvieto, sabato 1 dicembre ore 9. Primo convegno delle donne socialiste del Centro Italia

Il primo convegno delle donne socialiste del Centro Italia (Abruzzo, Emilia, Romagna, Lazio, Marche, Sardegna, Toscana, Umbria) si terrà a Orvieto, sabato 1 dicembre ore 9, presso il Centro Congressi Palazzo dei Sette.

Il Convegno, attraverso il coinvolgimento delle donne socialiste che operano nelle Istituzioni, negli organismi di Partito e nella società mira a restituire il giusto valore alla politica, valorizzare le professionalità femminili presenti nell'intera area socialista e costruire un forte Partito Socialista.

Ada Girolamini, sottolinea tre punti nodali del convegno che prevede autorevoli e qualificati interventi nel campo economico, sociale, culturale e politico:

"La comunicazione nella politica", oltre alle modalità e strumenti nuovi, si rifletterà sui modelli culturali femminili trasmessi dai mass media che spesso veicolano messaggi di sconcertante involuzione della dignità riconosciuta al soggetto femminile;

"l'imprenditorialità femminile nello sviluppo economico", il rilancio dello sviluppo economico del paese è prioritario e, rispetto a ciò, la risorsa femminile si configura come contributo di eccellenza e rappresenta una spinta decisiva. Basti pensare che nel 2006 in Italia sono nate 16mila imprese guidate da donne, il 24% del totale, dando  un forte segnale di protagonismo e vivacità imprenditoriale e capacità gestionali;

"le diverse azioni per un sistema di sicurezze", è necessario creare un nuovo clima di sicurezza e legalità in un paese in cui le donne pagano il prezzo più alto.

Il Convegno ha l'obiettivo di predisporre proposte operative che possano essere patrimonio di tutto il Partito e far parte del lavoro programmatico complessivo della Costituente.

 

Mestre, 1 dicembre:, ore 10. Belcaro, Giordani, Vanin. Convegno su servizi, trasporti, turismo e viabilità

Sabato 1 dicembre 2007 dalle ore 10, alla sala del Laurentianum in Piazza Ferretto a Mestre, il gruppo consiliare Sdi della Provincia di Venezia, promuove un convegno avente per titolo: "Il futuro… passa per Mestre", in cui si parlerà fra l'altro di servizi, trasporti, turismo e viabilità.Gli interventi previsti di Pierantonio Belcaro, Luigi Giordani, Pietro Lotto, Danilo Lunardelli, Antonio Stifanelli, Renzo Vanin, Paolo Zabeo, saranno moderati dalla giornalista del Corriere del Veneto Claudia Fornasier. Gli argomenti al centro di questo incontro: alta velocità ferroviaria, passante autostradale, SFMR, tram, porto, logistica, aeroporto, nuovo ospedale, ridisegno del centro urbano.

 

Mantova, 1 dicembre, ore 11. Incontro sui temi della laicità

Sabato 1 dicembre, alle ore 11 a Palazzo San Sebastiano in L.go XXIV Maggio a Mantova, nell'ambito del ciclo delle Conversazioni a Palazzo, organizzato dal Comitato Fratelli Chiaventi,

è stato organizzato un incontro sui temi della laicità. Parteciperanno: prof. Cesare Pinelli - docente alla facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Macerata, don Alberto Bonandi - docente alla facoltà di Teologia di Milano

 

Bologna, 1 dicembre, ore 10. Boselli, Del Bue, Turci, Zavettieri, Franco Grillini, Piazza. Costituente socialista

Sabato 1 dicembre, alle ore 10 presso la sala della cappella Farnese del palazzo comunale si terrà l'assemblea la Costituentr Socialista. Riunire sotto un unico tetto tutte le componenti socialiste: è lo scopo della costituente che si terrà a Bologna il primo dicembre. L'assemblea si riunirà alle 10 nella sala della cappella Farnese e vi parteciperanno i maggiori esponenti di partiti di origine socialista. Ci saranno Enrico Boselli, Mauro Del Bue, Lanfranco Turci, Saverio Zavettieri , oltre al deputato ex ds Franco Grillini e al deputato socialista Angelo Piazza. Moderatore Alessandro Cecchi Paone.

 

Loreto (An), 1 dicembre, ore 9.30. Seri, Battilocchio, Craxi. Il ruolo dei cattolici in politica e nel Partito Socialista

Sabato 1 dicembre, alle ore 9.30 presso il Teatro Comunale di Loreto si terrà l'iniziativa dal titolo: "Il ruolo dei cattolici in politica e nel Partito Socialista". Saluto: Massimo Seri – Segretario Regionale Sdi-, Maurizio Cianfrini – Segretario Provinciale Sdi Ancona-. Introduce: Moreno Pieroni- Sindaco di Loreto, Capogruppo Sdi Provincia diAncona-. Intervengono: Alessandro Battilocchio- Europarlamentare socialista e Sindaco di Tolfa-, Sen. Gennaro Acquaviva- curatore del volume: La grande Riforma del Concordato-, On.Bobo Craxi -Sottosegretario agli Esteri-. Moderatore: Daniele Carnevali.

 

Ancona, 1 dicembre, ore 9.30. Craxi. Inaugurazione sede della Sezione Bettino Craxi

Sabato 1 dicembre alle ore 9,30 ad Ancona, presso Corso Garibaldi, 136 (nel pieno centro di Ancona) si terrà l'inaugurazione della sede della Sezione "Bettino Craxi" -. La sede sarà inaugurata dall'On. Bobo Craxi.

 

Marciano( Pg), 1 dicembre, ore 16. Manifestazione socialista

Sabato 1 dicembre, alle ore 16 presso Sala Capitini, Comune di Marciano (Pg) (via XX Settembre) si terrà una manifestazione socialista dal titolo: "Una Proposta Socialista per Marciano". Saluto: Spoleti, Coordina R.Baciarelli. Introduce: R. Bertini. Interventi: S.Rometti, V.Spini. Conclude: M. Di Lello. Partecipano V. Lipparoni, G.Natalizi. Saranno inoltre presenti segretari e amministratori socialisti della Media Valle del Tevere.

 

Roma, Milano. 1-2 dicembre. Raccolta firme per il taglio Iva sui preservativi

Sabato 1 dicembre nell'ambito della giornata mondiale contro l'Aids, la Federazione dei Giovani Socialisti e l'associazione Lgbt"Rosa Arcobaleno" organizzeranno una raccolta firme e una distribuzione di preservativi a sostegno della petizione "Cut AIDS Cut VAT on condoms!" lanciata dal gruppo del Pse al Parlamento Europeo, che chiede di ridurre a livello continentale l'imposta Iva sui preservativi per incentivarne il consumo. A Roma il gazebo sarà in via del Corso-angolo Largo Goldoni, a Bologna in Piazza Maggiore e a Milano il 2 dicembre in Piazza San Babila. L'iniziativa ha il sostegno degli europarlamentari Pia Locatelli e Alessandro Battilocchio e del deputato Franco Grillini.

 

Campobasso, 1 dicembre. Manifestazione socialista

Sabato 1 dicembre a Campobasso si terrà una manifestazione socialista: "Grande Partito socialista nel Molise, in Italia come in Europa". Interverranno: A.Sollazzo, F.Borgoglio, A.Tiraboschi, F.De Carli, G. Maccheroni. Presiede: G.Scarano.

 

Alì Terme(Me), 1 dicembre, ore 10. Costituente Socialista zona Jonica

Sabato 1 dicembre , alle ore 10 presso il Circolo Cultura "M Garufi" di Ali' Terme (Messina) si terrà la Costituente Socialista zona jonica. Conclude l'On. Gentile.

 

Piossasco(To), 2 dicembre, ore 10. Buemi. Manifestazione per la Costituente Socialista

Piossasco (To) 2 dicembre, ore 10 presso la ex Chiesa del Carmine si terrà una manifestazione pubblica per la Costituente Socialista. Intervengono; Giorgio Cardetti, Enrico Buemi, Giovanni Anania, Guarnieri Domenico, Giovanni Caracciolo.

 

Udine, 2 dicembre, ore 11. Commemorazione di Loris Fortuna

Domenica 2 dicembre alle ore 11 presso il cimitero monumentale di Udine si terrà la tradizionale commemorazione di Loris Fortuna, già parlamentare e ministro , protagonista di tante battaglie per i diritti civili ed in particolare promotore della legge che ha istituito il divorzio in Italia. L'orazione in sua memoria sarà tenuta da Gianni Ortis, già assessore comunale socialista al comune di Udine Saranno presenti: Alessandro Dario, Enrico Bulfone , Nicola Coppo oltre a numerose rappresentanze politiche . Coordinatore dell'iniziativa sarà Dario Pividori, compagno di partito e amico dell'esponente socialista scomparso nel 1985.

 

Mola di Bari, 2 dicembre, ore 10. Formica. Manifestazione Socialista

Domenica 2 dicembre, alle ore 10 presso Palazzo Roberti, Mola di Bari, si terrà una manifestazione, sul tema "Per un Partito Socialista in Italia come in Europa:dal passato al futuro" Interventi: Augenti, consiglieri Comunali Lattanzi, Farella; consigliere regionale Potì; conclude Rino Formica.

 

Lecce, 2 dicembre, ore 10. Battilocchio, Del Bue, Biscardini, Di Gioia, Manieri. Manifestazione Primarie delle idee.

Domenica 2 dicembre dalle ore 10, presso il Palazzo Ducale di San Cesario di Lecce avrà luogo la manifestazione "Le primarie delle idee - i Socialisti lo fanno meglio" alla quale prenderanno parte tutti i Dirigenti provinciali e regionali, Alessandro Battilocchio (Eurodeputato del Partito Socialista) l'On. Mauro Del Bue, l'On. Roberto Biscardini, l'On. Lello Di Gioia, la Sen.Maria Rosaria Manieri e, i membri del coordinamento dei Giovani Socialisti Francesca Mosca, Lorenzo Pirrotta e Luigi Iorio.

 

Gallarate(Va), 3 dicembre, ore 20.45. Assemblea della Costituente

Lunedì 3 dicembre, alle ore 20.45 presso la Sezione F.Buffoni, via Ronchetti 5, Gallarate(Va) si terrà l'assemblea degli iscritti della Costituente Socialista. Ordine del giorno: Costituente Socialista, Comitato Promotore a Gallarate, Campagna di adesione del Partito Socialista, varie ed eventuali.

 

Ferrara, 3 dicembre, ore 17.30. Conferenza pubblica dell'on. Cinzia Dato

Lunedì 3 dicembre, alle ore 17.30 presso la Sala Conferenze Camera di Commercio(via Borgo dei leoni, 11) di Ferrara l'on. Cinzia Dato terrà una pubblica conferenza: "Un partito socialista in Italia come in Europa".

 

Genova, 3 dicembre, ore 10.30. Locatelli. Convegno sulle politiche di genere

Lunedì 3 dicembre alle ore 10.30 a Genova l'europarlamentare Pia Locatelli sarà presente al convegno: "Con le donne un nuovo futuro per tutti. Quali strumenti delle istituzioni per le politiche di genere", organizzato dalla Regione Liguria.

 

Genova, 3 dicembre, ore 16. Assemblea Comitato per la Costituente

Lunedì 3 dicembre, alle ore 16 presso la Federazione Provinciale Sdi in via del Fossato,1 il Comitato  ristretto per la Costituente ligure ( Brero, Catrambone, De Cia , Del Bene, Pugliese, Andreini) si riunirà, con all'ordine del giorno:

espletamento delle formalità per il completamento del Comitato; programmazione iniziative; convocazione Comitato Promotore allargato.

 

Firenze, 3 dicembre, ore 12. Presentazione del Comitato Promotore per la Costituente

Lunedì 3 dicembre, alle ore 12 presso il Caffè Giubbe Rosse, Piazza della Repubblica, Firenze si terrà la "Presentazione del comitato promotore regionale per la costituente socialista". Intervengono :On. Alberto Nigra, On. Riccardo Nencini, Sen. Paolo Bagnoli, Paolo Benesperi, Pieraldo Ciucchi, Giuliano Sottani.

 

Firenze, 3 dicembre. Nencini. Incontro sul futuro della città

Lunedì 3 dicembre, presso il Circolo P. Boncinelli di Via di Ripoli, a Badia a Ripoli (Firenze) il Circolo PA RI (Parte Riformista), impegnato nella costruzione di un unico soggetto politico capace di raccogliere la parte ancora attuale del patrimonio culturale e politico delle esperienze riformiste nel nostro Paese ed unificarla, senza rinunciare alle diversità originarie, organizza un incontro con Riccardo Nencini, Lapo Pistelli,; Michele Ventura, deputato nazionale, del Partito Democratico, di provenienza Ds. L'incontro intitolato 'E ora a sinistra?' inviterà gli ospiti a confrontarsi su due temi: la questione riformista e il futuro della città.

 

Roma, 3 dicembre, ore 18. Di Lello. Presentazione libro di Zoppi

Lunedì 3 dicembre, alle ore 18 la prof.ssa Mariella Zoppi, gia Assessore regionale alla Cultura della Regione toscana presenta presso la Camera dei Deputati-Sala della Mercede-via del Pozzetto 105, Roma, il suo libro "Beni culturali e comunità locali" edito da Electa. Interverranno alla presentazione del libro, Danielle Mazzonis, Marco di Lello, Maurizio Scaparro e Lorenzo Scarpellini.

 

Sant'Oreste (Rm), 3 dicembre, ore 18. Nasce Comitato promotore nel collegio Cassia-Flaminia

Lunedì 3 dicembre , alle ore 18, a Sant'Oreste (Roma), presso la Sezione di Via Giovanni XXXIII, 6 si terrà la Costituzione del Comitato promotore della Costituente Socialista nel Collegio provinciale di Roma Cassia-Flaminia- Tiberina. Partecipano alla manifestazione l'On. Giuseppe Celli,  Giancarlo Licari, Maurizio Monelli. Tutti i cittadini che si richiamano al Socialismo europeo sono invitati.

 

Bari, 3 dicembre, ore 16.30. Grillini, Introna, Minervini.La Civiltà dei Diritti

Lunedì 03 dicembre, alle ore 16.30 presso l'Hotel Sheraton la Federazione di Bari organizza un dibattito pubblico: "La Civiltà dei diritti". Presiede Tommaso Minervini, introduce Onofrio Introna, conclude Franco GRILLINI. Intervengono: G. Trisorio Liuzzi, l. Garofalo, G. Mastroleo, A. Mattia, F. Visaggio, P. Picciariello.

 

Firenze, 4 dicembre, ore 17. Falciani. Presentazione libro di Acunzo

Martedì 4 dicembre alle ore 17, nella Sala Incontri di Palazzo Vecchio, Firenze, si terrà la presentazione del libro: "Il mobbing e io nel comune di…". Il volume sarà presentato da:Rita Acunzo, autrice. Introduce: Alessandro Falciani. Interverranno: Elettra Lorini, Adolfo Pompetti, Ivan Bechini.

 

Livorno, 6 dicembre, ore 16. Le primarie delle idee socialiste e liberali

Giovedì 6 dicembre, alle ore 16 presso la Sala Riunioni della Cna Via M. L. King, 13 –Livorno si terrà una iniziativa pubblica dal titolo: "Le primarie delle idee socialiste e liberali per Livorno". Sarà presentato in occasione il "Progetto politico socialista e liberale per Livorno"

 

Gesualdo (Av), 7 dicembre, ore 17. 1° Forum Programmatico dei socialisti irpini

Venerdì 7 dicembre, alle ore 17.00, presso la Sala ex Campo Sportivo di Gesualdo (Av), si terrà il 1° Forum Programmatico dei socialisti irpini. Il tema portante che vedrà riuniti a Gesualdo tutti i socialisti della provincia sarà: "Il futuro ha un cuore antico e un linguaggio europeo".

 

Rimini, 9 dicembre, ore 10. Del Bue, Intini, Grillini, Zavettieri. Manifestazione della Costituente Socialista

Domenica 9 dicembre, ore 10 nella Sala Marvelli - Sede della Provincia di Rimini - Via Dario Campana, 64 si terrà una manifestazione della Costituente Socialista dal titolo: "Un Partito Socialista a Rimini come in Italia e in Europa". Intervengono:Mauro Del Bue, Franco Grillini, Ugo Intini, Saverio Zavettieri.

 

Arezzo, 11 dicembre, ore 17. Manifestazione del Comitato per la Costituente Socialista

Martedì 11 dicembre, alle ore 17 presso la Sala Conferenze del Bar del Corso Italia, si terrà una manifestazione politica promossa dal Comitato per la Costituente per il Partito Socialista. L'obbiettivo che si propone la Costituente è approfondire, con il contributo di tanti partecipanti anche di altre posizioni politiche che hanno accolto l'invito,alcuni temi fondamentali per lo sviluppo della Città come la sicurezza, i servizi sanitari e lo sviluppo sociale e culturale, le prospettive dell'economia e del lavoro, la situazione dei trasporti e delle periferie . Alla Tavola Rotonda, moderata da Alessandro Giustini referente della Costituente, interverranno il Presidente del Consiglio Comunale Caroti e del Consiglio Provinciale Perferi, gli Assessori Caporali e Ducci, i consiglieri Pelini, Manneschi, Ralli, Barone ed hanno dato la loro adesione Carlo Beoni, Bruno Lambruschini, Giovanni Laurenzi, Salvatore Monaca, Elisabetta Nardi, Valeria Randellini.

 

Lovere(Bg), 13 dicembre, ore 20.30. Locatelli. Manifestazione Costituente Socialista Alto Sebino

Giovedì 13 dicembre alle ore 20.30 presso l'Auditorim di Villa Milesi, in Via Marconi 21 a Lovere (Bg) si terrà una manifestazione della Costituente Socialista Alto Sebino per presentare alla cittadinanza e alle rappresentanze sociali e politiche del territorio i programmi e gli obiettivi del nascente Partito Socialista, in cui confluiranno i partiti della "diaspora" socialista insieme a nuove forze rappresentate da Angius, Spini, Cinzia Dato, Grillini, Nigra, Turci.

Il titolo della manifestazione sarà: "Un partito Socialista in Italia come in Europa, una forza politica e moderna aperta alla partecipazione". Interverrano: Simonetta Urgnani, Caterina Belotti, Marco Cicerone, Augusto De Marini, Pia Locatelli.

 

Chieti, 14 dicembre, ore 17. La Costituente Socialista

Venerdì 14 dicembre, alle ore 17 a Chieti, via Valignani 117, si terrà l'iniziativa dal titolo: "La Costituente Socialista. Il ruolo ed il progetto dei socialisti per un impegno dei riformisti nella città di Chieti". Presenzieranno l'incontro: Osvaldo Menna, Riccardo Perseo, Antonio Bruni, Maurizio Fabrizio, Arcangelo Marroncelli, Giampiero Fattore, Pietrino Dell'Orefice, Bruno Isaia Merlin. Conclusioni di Gaetano Cuzzi.

 

Boscoreale (Na), 14 dicembre, ore 18.30. Marra, Pirraglia, Beneduce, Corace, Casillo. Manifestazione per la Costituente Socialista

Venerdì 14 dicembre, alle ore 18.30 a Boscoreale – via G. Matteotti 14, presso la locale sezione politica si terrà una manifestazione dal titolo:" La storia e l'avvenire. Il percorso costituente dei socialisti". Interverranno: Lello Marra, Vittorio Pirraglia, Pasquale Beneduce, Stefano Pagano, Fausto Corace, Tommaso Casillo. Durante la manifestazione saranno conferiti riconoscimenti ad alcuni compagni quali figure storiche del socialismo locale.

 

Taormina (Me) 15 dicembre, ore 10. Manifestazione per la Costituente Socialista

Sabato 15 dicembre, ore 10 Teatro San Giorgio dei Salesiani di Taormina, manifestazione della zona jonica-Alcantara della provincia di Messina "Verso il Partito Socialista" con i segretari provinciali di Sdi e NPsi Mario Franchina e Corrado La Rosa. Conclude l'on. Maurizio Ballistreri.


 


 


1 commento:

CresceNet ha detto...

Oi, achei seu blog pelo google está bem interessante gostei desse post. Gostaria de falar sobre o CresceNet. O CresceNet é um provedor de internet discada que remunera seus usuários pelo tempo conectado. Exatamente isso que você leu, estão pagando para você conectar. O provedor paga 20 centavos por hora de conexão discada com ligação local para mais de 2100 cidades do Brasil. O CresceNet tem um acelerador de conexão, que deixa sua conexão até 10 vezes mais rápida. Quem utiliza banda larga pode lucrar também, basta se cadastrar no CresceNet e quando for dormir conectar por discada, é possível pagar a ADSL só com o dinheiro da discada. Nos horários de minuto único o gasto com telefone é mínimo e a remuneração do CresceNet generosa. Se você quiser linkar o Cresce.Net(www.provedorcrescenet.com) no seu blog eu ficaria agradecido, até mais e sucesso. If is possible add the CresceNet(www.provedorcrescenet.com) in your blogroll, I thank. Good bye friend.